Eventi

#BINARIO 8

Aperitivo tra arte, musica, video e stereotipi di genere
Quando 
Mercoledì, 8 Marzo 2017
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17

Che cosa rappresenta l’8 marzo?

 

Percorso Donna, in collaborazione con Stazione Gauss, presenta il progetto #binario8, un evento volto a recuperare il vero significato della festa dell’8 marzo: quando è nata e cosa significa oggi.

#Binario8 sarà un modo diverso per trascorrere insieme questa ricorrenza; in linea con gli importanti movimenti nazionali ed internazionali degli ultimi mesi: #scioperodelledonne e #nonunadimeno.

 

L’appuntamento è per mercoledì 8 marzo 2017 a Pesaro a partire dalle ore 19.00; l’evento si svilupperà nelle 4 zone di Stazione Gauss:

 

  • Art zone: mostra collettiva #binario8, molteplici volti della femminilità espressi dalle creative menti degli artisti;

 

  • Taste zone (area bar): presentazione dell’evento, introduzione alla mostra d’arte, gioco interattivo col pubblico sugli stereotipi. Proiezione di video a tema; diffusione di un’accurata selezione musicale dedicata al panorama femminile. Aperitivo.

 

 

  • Sala corsi: One Billion Rising, proiezione foto e video dell’evento che si tiene a febbraio in contemporanea mondiale.

 

L’evento è aperto a tutt*, vi aspettiamo! 

TIPO - FOTO - GRAFIA

Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Data Mostra 
dal 11 Febbraio, 2017 al 5 Marzo, 2017

Luca Lagò nasce a Pesaro nel 1988. All’età di 18 anni si appassiona alla fotografia e le si avvicina da autodidatta. Viaggia e scatta, incontra persone e scatta, ascolta consigli e scatta. Ne esce un lavoro autentico, fatto di volti e streetlife, di paesaggi e di momenti imperdibili per la memoria dell’autore.

La peculiarità del lavoro di Luca Lagò sta nella post produzione, ovvero nella non post produzione. Come un fotografo con in mano un’analogica, si prepara allo scatto perfetto, aggiusta il flash o attende che la luce naturale colpisca il punto desiderato e solo a quel punto scatta. Ricorda e ricerca quell’autenticità del fotografo prima dell’arrivo del digitale, che poteva metterci ore prima di trovare il momento giusto da imprimere nella pellicola. Sono in mostra una serie di fotografie tratte dal repertorio di Lagò, che evidenziano la sua poliedricità di soggetti prescelti. Nelle pareti della seconda sala, sono esposte in selezione due giornate di shooting in ambiente interno, che hanno ispirato il nome della mostra: una tipografia di Pesaro e la casa-laboratorio di un artista urbinate.

Qualunque sia il soggetto, la fotografia per Luca Lagò è il racconto di un attimo, la rappresentazione di un luogo che può rimanere lo stesso o modificarsi in continuazione, l’espressione sul volto di uno sconosciuto che diventa protagonista dell’azione. Da qui parte il desiderio di rendere la mostra interattiva: il pubblico ha a sua disposizione una striscia di carta bianca, posta al di sotto di una banda di fotografie. Cosa diventerà al termine del periodo espositivo? Sarà cura del pubblico trasformarla con pensieri scritti, disegni, polaroid o qualunque cosa la fotografia di Lagò scaturisca nella mente di chi osserva.

L’inaugurazione si terrà sabato 11 febbraio alle ore 18 con la presenza dell’artista. 

Apertura al pubblico: 11 febbraio - 5 marzo 2017

Tipologia Artista 
Fotografia
Nome Artista 
Luca Lagò
Bio Artista 

Nato a Pesaro nel 1988.

Appassionato di fotografia , da quasi sette anni, si avvicina a questo mondo come autodidatta, si perfeziona nel tempo grazie a corsi e consigli di persone qualificate e di grande esperienza professionale.

Scopre, così, il piacere di osservare attraverso " l'occhio che non vede ", ma che osserva, percepisce e ne trae una storia.

Un ottimo punto di forza dello scatto è cogliere l' attimo giusto al momento giusto.

Essendo un viaggiatore, ama ritrarre soprattutto la "Street Life" , paesaggi e momenti di vita delle persone, trasmettendo il più possibile la loro espressione emotiva attraverso uno scatto. Fa parte anche del gruppo astrofili pesarese.

http://lucadumbell.wixsite.com/lucalago

La Pulce sul binario

Quando 
Giovedì, 8 Dicembre 2016
Dove 
Stazione Gauss

La Pulce sul binario torna in Stazione Gauss per il terzo appuntamento 
dedicato a promuovere la filosofia del handmade, un mercatino 
dell'autoproduzione, saranno presenti giovani creativi che esporranno e 
venderanno i propri prodotti. Un'occasione ideale per cercare regali di 
Natale, dove sarà possibile acquistare direttamente dall'artista o 
dall'artigiano pezzi unici, fatti a mano e con il cuore. 
Oltre agli spazi allestiti dai makers, troverete una zona interamente 
dedicata ai grandi e ai piccini, dove potrete intrattenervi con 
laboratori organizzati per progettare e costruire semplici manufatti dal 
sapore natalizio. La Pulce sul binario è sempre viaggio... guardi, 
compri, mangi, ti rilassi e ascolti buona musica, renderemo la tua 
giornata unica a partire dal brunch e fino all'aperitivo! 
Vi aspettiamo giovedì 8 Dicembre dalle 11 alle 20 con le nostra giornata 
pop-up dedicata all'Handmade. 

Makers presenti
MoLo
Frabì
Gurori 
Papua
ANIMA
I Would Prefer Not to Illustrissimo Scoposki
Tata Drama
A casa di Alice
Le Jutine
WooLaLa
Malfatti Manufatti 
Thomas Cipolletta Illustratore
Robox lab
La bottega delle fandonie
My favourite Lullabay
La Cantina di Celestino
Mon chat s'appelle CiRo
Fascioteca Ambarabà 

PROGRAMMA PULCE SUL BINARIO 8 DICEMBRE 2016 dalle 11:00 alle 20:00 
Market: dalle 11:00 alle 20:00 Ingresso gratuito 
Zona Taste: dalle 11:00 alle 24:00 
Dalle 12:30 brunch con prodotti locali 
Dalle 16.00 merenda 
Dalle 18.30 aperitivo e cena con Dj set 

Per brunch è consigliata la prenotazione causa posti limitati 
barbara@stazionegauss.it
mara@stazionegauss.it
Tel 0721- 34387 

Spazio laboratori: 
11:30 Laboratorio per bambini dai 3 anni dove costruiremo piccoli manufatti natalizi 
15:30 Laboratorio Origami per grandi e piccini con Alice ( A casa di Alice ) 
16:30 Laboratorio per bambini dai 3 anni dove costruiremo piccoli manufatti natalizi 
17:30 Knit Cafè, ferri ,gomitoli e chiacchiere per grandi e piccini dai 6 anni 

Laboratori gratuiti riservati a tesserati - prenotazione obbligatoria a 
mara@stazionegauss.it 

Spazio Arte
Mostra : Jellies & Friends – di Valerio Baruzzi 

Vi aspettiamo Giovedì 8 Dicembre 2016, dalle 11 alle 20 per la nostra 
giornata pop-up in Stazione Gauss 

Info: mara@stazionegauss.it 
Per prenotarvi per il brunch scrivete a
barbara@stazionegauss.it
telefonate allo 0721- 34387

Presentazione libro Le storie di Kina

Quando 
Sabato, 12 Novembre 2016
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Artisti 
Monica Seri, autrice del libro

Sabato 12 novembre 2016, h.17

Chi è Kina?

Monica Seri ha cominciato a sviluppare l'idea del suo personaggio guardando i telegiornali e rendendosi conto di come in realtà siano veicolo di informazioni molto spesso negative.

Kina è una ragazza che invece di scoraggiarsi cerca sempre di ricordare che il mondo è fatto anche di bene e di cose belle.

Come tutte le giovani di oggi, vive la sua quotidianità fatta di alti e bassi: ma dalle sue disavventure riesce a trarre esperienze che aiutano ad aggiungere positività nella sua vita. In questo senso è una piccola eroina, un po' timida che con la sua freschezza e simpatia ci insegna a vedere la luce, dove crediamo ci sia solo buio.

PICCOLE STORIE BREVI

Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Data Mostra 
dal 14 Gennaio, 2017 al 5 Febbraio, 2017

La mostra Piccole storie brevi è un’accurata selezione della produzione artistica di Cecilia Roda, che conduce il pubblico a scoprire il "meraviglioso mondo" di Lilybris, suo nome d'arte. Biglietti, fogli, foglietti, supporti cartacei da scrittura trasformati in una forma d'arte totalmente personale e riconoscibile. Un immaginario fatto di pensieri ed esperienze traslati in omini comunicanti, che nella loro apparente semplicità racchiudono la compessità della vita. La calligrafia è essa stessa parte integrante del suo cammino artistico: solo Lilibrys può utilizzarla, Cecilia nella vita quotidiana ne ha un'altra. Le frasi legate alle immagini sono poesie, a volte fatte di una sola parola, ma una parola capace di penetrare gli animi e di stimolare il pensiero critico. 

Dalle sue parole, la sua poetica: “Lilybris è abbreviazione di Lily Briscoe, il "mio" personaggio letterario. È in Gita al faro di Virginia Woolf, che è un libro per me molto simbolico e determinante. È una pittrice che per tutto il libro vuole dipingere un quadro ma non riesce: non è la figura principale del romanzo. Ciò che mi ha sempre colpito e mi ha fatto sentire parte è che alla fine lei ha una "visione", finisce il dipinto dopo dieci anni. Non si sa cosa dipinga, ma è importante che il momento sia arrivato, è la "vision" la chiave. Ed è ciò che succede a me. Un canale di purezza autentica che mi conduce a disegni semplici. Ho tradotto e ridotto (all'osso) una complessità che mi ha a lungo ingabbiata adottando il linguaggio più semplice e immediato che conosco. Ci è voluto tempo, ho inziato disegnando occhietti e scrivendo come fossi bambina poi la lingua è diventata tante cose fino agli omini. Mi sorprende nel vedere come spesso una cosa semplice porti con se la complessità di una vita, adulta soprattutto. È un processo in me naturale ma non è stato così facile e immediato acquisire la consapevolezza che bastava la semplicità per riuscire a comunicare anche cose molto grandi e difficili: timori, gioie, momenti della vita. Cose in cui tanti potessero riconoscersi e sapersi (come dice Calvino: «Si conobbero. Lui conobbe lei e se stesso, perché in verità non s’era mai saputo. E lei conobbe lui e se stessa, perché pur essendosi saputa sempre mai s’era potuta riconoscere così.»). Non ho mai disegnato pensando, artificiosamente. Mi diverto, spesso.” (Cecilia Roda)

Tipologia Artista 
Tecnica mista
Nome Artista 
Cecilia Roda
Bio Artista 

Cecilia Roda, modenese classe 1990, mette in mostra a Pesaro una piccolissima parte del suo immenso lavoro, archiviato meticolosamente in ampi raccoglitori, che passerebbero ore a guardarseli tutti. Lilybris – il suo nome d’arte - scrive e disegna. Scrivere le viene naturale come leggere, da qui la Laurea in lettere conseguita nel 2014 a Bologna. Turbine di idee e lavoratrice instancabile, a 27 anni appena compiuti Cecilia ha già all’attivo una decina di occupazioni, un viaggio a New York come ragazza alla pari, partecipazioni a gruppi di poesia, attività varie di impegno sociale, come le letture nei reparti di oncologia pediatrica e psichiatria. Suona anche la chitarra, se il resto non bastasse. 

Seguitela su:

facebook.com/cecilia.roda

facebook.com/lilybrisoninstagram

intragram.com/lilybris

youtube.com/ceciliaroda

JELLIES & FRIENDS

Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Data Mostra 
dal 3 Dicembre, 2016 al 8 Gennaio, 2017

Stazione Gauss – Art Zone presenta la mostra Jellies&friends, personale dell’artista Valerio Baruzzi, a cura di Elisabetta Furlani.

“Dal mare dell’infanzia alle placide colline marconiane, fino a Lewes, verde località della campagna inglese fra Londra e Brigthton: le opere di Baruzzi sono intrinsecamente permeate dalla “fisicità” dell’ambiente che lo circonda.” (Rosaria Matarese, 2015)

Valerio Baruzzi nasce a Ravenna e da sempre respira il profumo dell’arte, suo mezzo prediletto della libertà di espressione fin da bambino. I luoghi che lo circondano e i suoi abitanti, soprattutto animali, lo ispirano e lo guidano verso la cifra del suo peculiare percorso artistico. In parallelo alle sue esperienze lavorative come pubblicitario - che cominciano dopo gli studi a Ravenna, proseguono a Milano e ora a Bologna - Valerio dipinge. La sua anima, ironica e profonda, trova forma in giganteschi calamari, pecore e cani, meduse fluttuanti in mari dal sapore espressionistico colorati di nero e talvolta di verde. Si scorge forte e chiaro il segno del pennello, che riporta sulla tela la visione di un’immagine reale traslata dall’immaginazione dell’artista.

Alla Stazione Gauss Baruzzi decide di esporre principalmente soggetti relativi al mondo del mare con qualche eccezione di campagna e di città.

“Ho fortemente voluto far conoscere al pubblico pesarese un artista di grande talento, selezionato dalla Saatchi Gallery di Londra, che espone attualmente due sue opere. L’ho corteggiato fin dalla prima email che mi scrisse all’inizio del 2015, quando Art Zone aveva da poco inaugurato. Sono sicura che rappresenterà una piacevole sorpresa per tutti coloro che visiteranno la sua prima personale pesarese Jellies&friends.” (E. Furlani)

L’inaugurazione si terrà sabato 3 dicembre alle ore 17 con la presenza dell’artista. 

Tipologia Artista 
Pittura
Nome Artista 
ValerioBaruzzi
Bio Artista 

Diplomato nel 1991 all' I.T.G. Camillo Morigia di Ravenna, ha lavorato per alcuni studi di progettazione per poi dedicarsi al graphic design che, all'inizio del nuovo secolo, lo ha portato a lavorare per le grandi agenzie pubblicitarie di Milano. Qui la sua professione evolve e lo vede diventare prima art director, poi head of art. La sua formazione artistica segue un percorso parallelo e non covenzionale che fin dall'infanzia lo mette a contatto con i colori e la materia. Sua madre infatti, diplomata all 'Accademia delle Belle Arti di Perugia, lo stimola nel disegno e nella pittura. Gli trasferisce così  la propria esperienza, facendogli anche frequentare lo studio del prof. Antonio Guerrini presso il quale  collaborava. Valerio ha così l'opportunità di vivere direttamente l'arte e di esprimersi attraverso essa già da bambino sviluppamdo quella libertà espressiva che contraddisitingue il suo stile.

Visitate il suo sito e scoprite il catalogo delle opere http://www.aboutvalerio.com 

DISTANZE

Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Data Mostra 
dal 29 October, 2016 al 27 Novembre, 2016

Stazione Gauss – Art Zone presenta la mostra Distanze, personale dell’artista Monica Seri, a cura di Elisabetta Furlani.

“Disegnare è per me una liberazione, uno staccarsi dalla realtà ed entrare in una bolla di sapone, dove tutto è ovattato e leggero.”

Monica Seri apre la stagione delle esposizioni di Stazione Gauss 2016/2017. La giovane artista pesarese, diplomata all’Istituto d’Arte Mengaroni e all’Accademia di Belle Arti di Urbino è un talento nostrano dell’illustrazione, che prende ispirazione dalla propria esperienza quotidiana, fatta di piccoli e ironici aneddoti, talvolta dal sapore più malinconico. Nel 2015 comincia a collaborare con Officine Creative Marchigiane, startup che crede nel valore dei giovani talenti e li accompagna nella realizzazione dei loro progetti. A maggio 2016 lancia una campagna di crowdfunding sulla piattaforma italiana Eppela per la pubblicazione del suo primo albo illustrato “Le storie di Kina”: raggiunge il suo obiettivo grazie alla casa editrice Argentodorato di Ferrara, che crede nel suo talento e pubblica il libro (la presentazione del testo a Pesaro sarà il 12 novembre alla Stazione Gauss).

Poesia e illustrazione si fondono nei suoi disegni, micro-racconti di vita quotidiana: semplice, reale, ma sognante al tempo stesso. Monica esplora i sentimenti in maniera autentica, senza mai rinunciare all’ironia. I protagonisti delle sue storie ci parlano di lei, con un filtro positivo che capovolge la realtà per trasformare un momento avverso in una storia a lieto fine. Per Monica disegnare significa esorcizzare il lato oscuro della vita: l’ansia, la tristezza, la paura si trasformano in un segno libero, allegro e vivace. Alcune storie però non sono a lieto fine: quando si racconta la realtà bisogna prendere atto che non tutto si può risolvere in chiave positiva.

La sua tecnica è un connubio di china ed acquerello: il segno deciso della china rivela il cuore del racconto, l’acquarello aggiunge la leggiadria del colore, delicato e soave.

Per “Distanze” Monica ha lavorato ad hoc. Ogni passepartout contiene una microstoria, che solitamente l’artista rilega a mano in un piccolo albo illustrato, con il testo su carta velina sovrapposto al corrispondente disegno. Per permettere al pubblico di fruire più agevolmente dell’intero racconto, il testo è qui solo parzialmente posto sopra i disegni e la carta velina è mobile, cosicché si possa sollevare.

L’inaugurazione si terrà sabato 29 ottobre dalle ore 19 alla presenza dell’artista. 

Tipologia Artista 
Tecnica mista
Nome Artista 
Monica Seri

PERTURBAZIONE live at Stazione Gauss

Quando 
Sabato, 23 April 2016
Dove 
Stazione Gauss, Piazzale Falcone e Borsellino, 17
Artisti 
Perturbazione

Dalla Cira - Produzioni, in collaborazione con Mescal Official, presenta allaStazione Gauss

✔ PERTURBAZIONE "Le storie che ci raccontiamo Tour" ► sab 23 aprile 2016 – Stazione Gauss, Pesaro (PU).

✆ orari:
● apertura porte circolo - ore 18.00;
● apertura porte sala concerti - ore 22.30;
● PERTURBAZIONE - ore 23.00.

✆ info:
● tessera CSEN obbligatoria stagione 2015/2016 - 3 euro.

INGRESSO RISERVATO AI SOLI SOCI CSEN REGOLARMENTE TESSERATI ALLA STAGIONE 2015/2016. 

◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆

■ Stazione Gauss - P.le Falcone e Borsellino 17 Pesaro (PU), di fianco alla stazione ferroviaria.

COME RAGGIUNGERCI:
www.stazionegauss.it/come-raggiungerci.html

◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆

➜ PERTURBAZIONE (TO)

PERTURBAZIONE ritornano a Pesaro per presentare il loro settimo album in studio.
“Le storie che ci raccontiamo” è il primo disco registrato all'estero dalla band torinese: musica britannica di ieri e di oggi, classica o meno, a cavallo tra pop, elettronica e rock. 
Si tratta anche del primo album ad essere stato pensato, scritto, arrangiato e registrato dalla nuova formazione, un quartetto: Tommaso Cerasuolo (voce), Alex Baracco (basso) e i fratelli Cristiano (chitarre, programmazione) e Rossano Lo Mele (batteria).

Ad impreziosire il set, sul palco accanto a Tommaso, ci sarà spazio anche per la calda voce di Andrea Mirò.

⌨ pagina fb -▶ www.facebook.com/perturband/?fref=ts;
⌨ sito -▶ www.perturbazione.com/;
⌨ video -▶ www.youtube.com/user/perturbazionemusic.

IOSONOUNCANE || opening act: TREES OF MINT live at Stazione Gauss

■ consolle ► Damien djset performing YNDYAH.
Quando 
Sabato, 16 April 2016
Dove 
Stazione Gauss, Piazzale Falcone e Borsellino, 17
Artisti 
IOSONOUNCANE, Trees Of Mint
YNDYAH

Dalla Cira - Produzioni, in collaborazione con Modernista, presenta allaStazione Gauss

✔ IOSONOUNCANE "Mandria Tour" + opening act Trees Of Mint ► sab 16 aprile 2016 – Stazione Gauss, Pesaro (PU);
■ consolle ► Damien djset performing YNDYAH.

✆ orari:
● apertura porte circolo - ore 18.00;
● apertura porte sala concerti - ore 22.30;
● Trees Of Mint - ore 22.45;
● IOSONOUNCANE - ore 23.30.

✆ info:
● tessera CSEN obbligatoria stagione 2015/2016 - 3 euro.

INGRESSO RISERVATO AI SOLI SOCI CSEN REGOLARMENTE TESSERATI ALLA STAGIONE 2015/2016. 

◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆

■ Stazione Gauss - P.le Falcone e Borsellino 17 Pesaro (PU), di fianco alla stazione ferroviaria.

COME RAGGIUNGERCI:
www.stazionegauss.it/come-raggiungerci.html

◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆

➜ IOSONOUNCANE (CI)

IOSONOUNCANE, classe 1983, è un musicista nato in Sardegna. Inizia a suonare nella band Adharma con la quale pubblica un EP e tiene alcuni concerti. Trasferitosi a Bologna, dove tuttora è di base, dà vita a IOSONOUNCANE. Pubblica nell'ottobre 2010 il suo disco d'esordio "La Macarena Su Roma" (Trovarobato), che ottiene ampi riconoscimenti e coagula attorno al musicista un grande consenso di critica e un pubblico sempre più numeroso. Vince il premio Fuori dal Mucchio 2011 e nello stesso anno è invitato a suonare all'Ariston di Sanremo per il Premio Tenco. Conclude il tour de La Macarena Su Roma il 22 settembre 2012 dopo quasi 200 concerti. Torna per una breve parentesi per un tour in formazione trio di sei date (TRE TOUR) nel dicembre del 2013. Durante il 2014 lavora in studio con Bruno Germano e conclude la produzione di DIE, il nuovo album in uscita a marzo 2015.

Ad un anno esatto dall’uscita di DIE, senza dubbio uno degli album italiani del 2015, IOSONOUNCANE darà vita a un nuovo tour in cui risuonerà i brani del suo repertorio con una band di eccezione. 
Il tour si chiamerà MANDRIA, dall’ultima traccia di DIE. Un titolo che vuole essere un proclama d’intenti dopo il tour in solitaria.

La compagine che accompegnerà IOSONOUNCANE sarà una compagine d’eccezione formata da Simone Cavina (Junkfood, Ottone Pesante) alla batteria e alle percussioni, Francesco Bolognini (Cut) alle percussioni e all’elettronica, Andrea Rovacchi (Julie’s Haircut) ai sintetizzatori, Serena Locci (già nel disco e nel tour acustico) alla voce femminile, IOSONOUNCANE alle chitarre, all’elettronica e alla voce. 

⌨ pagina fb -▶ www.facebook.com/iosonouncane/?fref=ts;
⌨ sito -▶ www.iosonouncane.it/;
⌨ ascolto -▶ trovarobato.bandcamp.com/album/die;
⌨ video -▶ www.youtube.com/user/trovarobato.

➜ TREES OF MINT (CA)

Trees Of Mint è il nome di uno dei progetti del chitarrista e compositore sardo Francesco Serra. 

Iosonouncane ha scelto lui come apertura dei suoi concerti per le prossime date del tour di Mandria.

Trees of Mint nel 2012 ha pubblicato il suo ultimo album omonimo per Trovarobato Parade, una lunga suite strumentale per chitarra elettrica divisa in quattro parti, una serie di landscape sonori creati da loop, polifonie quasi aliene. Un piccolo gioiello di musica fuori da qualsiasi tipo di connotazione.

⌨ pagina fb -▶ www.facebook.com/treesofmint/?fref=ts;
⌨ sito -▶ francescoserra.tumblr.com/;
⌨ ascolto -▶ treesofmint.bandcamp.com/;
⌨ video -▶ vimeo.com/38061371.

CECCO e CIPO live at Stazione Gauss

■ consolle ► Radioenzo DJ.
Quando 
Venerdì, 15 April 2016
Dove 
Stazione Gauss, Piazzale Falcone e Borsellino, 17
Artisti 
Cecco e Cipo
Radioenzo DJ

Dalla Cira - Produzioni, in collaborazione con Musiche Metropolitane, presenta alla Stazione Gauss

✔ Cecco e Cipo ► ven 15 aprile 2016 - Stazione Gauss Pesaro;
■ consolle ► Radioenzo DJ.

✆ orari:
● apertura porte circolo - ore 18.00;
● apertura sala concerti - ore 22.30;
● Cecco e Cipo - ore 23.00.

✆ info:
● tessera CSEN obbligatoria stagione 2015/2016 - 3 euro.

INGRESSO RISERVATO AI SOLI SOCI CSEN REGOLARMENTE TESSERATI ALLA STAGIONE 2015/2016. 

◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆

■ Stazione Gauss - P.le Falcone e Borsellino 17 Pesaro (PU), di fianco alla stazione ferroviaria.

COME RAGGIUNGERCI:
www.stazionegauss.it/come-raggiungerci.html

◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆◆

➜ CECCO e CIPO (FI)

Cecco e Cipo debuttano nel 2010 con l’EP “Dall’origine”, autoprodotto.

I due, di Vinci, muovono i primi passi da musicisti tra recite natalizie e circolini.
Cecco è diplomato in ragioneria, ama la storia dell' arte e il gioco del calcio.
Cipo è diplomato in grafica pubblicitaria, balla lo swing, è un giocoliere e ama giocare a calcio. Entrambi hanno studiato teatro.

Nel Dicembre del 2011 esce il loro primo album "Roba da Maiali" prodotto da Matteo Guasti di Labella, attuale produttore.
Il 16 Giugno del 2014 esce "Lo Gnomo e lo Gnu" prodotto da Labella, (distr. Audioglobe).

Nel Settembre 2014 X-Factor 8 vede la band esibirsi per le audizioni sul palco di Sky di fronte ai giudici dove cantano Vacca Boia. Vengono definiti dalla stampa i protagonisti di X Factor 8 diventando trending topic su Twitter per settimane con l' ashtagh #VACCABOIA, lo stesso si ripeterà dopo l' eliminazione ai Bootcamp, e i loro video raggiunge in poche settimane quasi 2 milioni di visualizzazioni. Rimangono per due intere settimane in Top Ten su iTunes tra gli album più venduti in Italia, entrano in classifica F.I.M.I e sono tra gli artisti più scaricati su Spotify.

Il 3 Ottobre 2015 vengono premiati dal M.E.I. di Faenza con un premio speciale per il loro unico tour, come la band piu attiva dell' anno.

Nell' Ottobre del 2015 Francesco Tricarico li chiama per fare una tournée insieme, che porterà il loro spettacolo nei migliori club italiani e nei grandi teatri.

Da Aprile 2015 la domenica pomeriggio sono ospiti a "Quelli che il calcio…" su Rai Due condotto da Nicola Savino.

Il 12 Marzo 2016 esce il videoclip ufficiale di "Non voglio dire" primo estratto dell'album in uscita a Marzo 2016.

⌨ pagina fb -▶ www.facebook.com/ceccoecipoband/?fref=ts;
⌨ sito -▶ www.ceccoecipo.it/;
⌨ ascolto -▶ soundcloud.com/ceccoec;
⌨ video -▶ www.youtube.com/user/CeccoeCipo?feature=mhee.

Pages