Vega

Collezione di oggetti
Dove 
Art Zone - Stazione Gauss
Data Mostra 
dal 16 October, 2015 al 15 Novembre, 2015

Carlo Cecconi, classe 1984, è un artista eclettico. Negli anni della formazione, dal DAMS di Bologna allo IUAV di Venezia, il suo percorso verte su lavori di concetto volti a stupire lo spettatore. Ora, nel progetto Vega, prende forma un immaginario che esprime la verità del proprio mondo interiore: una ricerca che si spinge verso l’artigianato, l’utilizzo dei materiali quotidiani e delle mani, con l’aiuto degli attrezzi che abitano il laboratorio sotterraneo di Carlo, nel cuore della città di Pesaro. Stoffe colorate, vasetti di vetro e canne di bambù si combinano con colla, sabbia e composti alchemici, per diventare oggetti  dall’aspetto talvolta tribale, talvolta lunare. Vega è un progetto da scoprire e da vivere insieme all’artista, che a Stazione Gauss la espone al pubblico per la prima volta: per l’occasione all’interno delle sale espositive verrà ricostruito in scala ridotta il suo laboratorio, dove sarà possibile vederlo lavorare alla sua prossima creazione.
L’inaugurazione si terrà venerdì 16 ottobre dalle ore 20 alla presenza dell’artista.

Per maggiori informazioni arte@stazionegauss.it

Tipologia Artista 
Scultura
Nome Artista 
Carlo Cecconi
Bio Artista 

Carlo nasce nel 1984 e abita sulla linea di confine tra un laboratorio sotterraneo di provincia e il mondo. 
La sua ricerca artistica si focalizza su un immaginario primitivo e fiabesco fatto di stoffe, corde, legno, argilla, canne e conchiglie. 
Ama costruire arcobaleni e oggetti a lui simili – castelli, maschere, barche, ragnatele, giocattoli, sedie, lampade, luci, suoni, situazioni e incontri che creino la sensazione infantile di meraviglia e stupore.
In una parola, l’incanto: la forza seduttrice, travolgente e inevitabile di un sorriso, di un orizzonte, di una notte stellata, di uno sguardo, di una ragazza. L’incanto, il canto magico di un indovino, l’illusione che apre nuove porte del percepire, un’atmosfera dolce e straniera che si riempie per pochi istanti di tanti colori.
Talvolta artigiano, curatore, esploratore, pirata e qualcos’altro. Ha studiato Storia dell’Arte al DAMS di Bologna e all’Università di Aberdeen (Scozia), poi Arti Visive allo IUAV di Venezia.
Ha lavorato al consolato italiano di New York, al padiglione cileno per la biennale di Venezia, è stato docente all’accademia Mwangaza in Kenia, conduce laboratori per bambini presso la Coccinella e Villamarina a Pesaro, scrive articoli per Radiopereira.