Eventi

Masters of Kintsugi

Solid Foundation
Quando 
Sabato, 17 Gennaio 2015
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone e Borsellino, 17
Artisti 
Brain
Claver Gold
Delli
Fulo
Makkia
Dies
Sphera
Zoro

Presentazione dell'album MASTERS OF KINTSUGI

Rock'n'Circus Vol.2

Factory Lab & Stazione Gauss
Quando 
Sabato, 10 Gennaio 2015
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone e Borsellino, 17
Artisti 
El Barrio Makumbero
Radioenzo Dj

Il sound, tipicamente acustico, ripercorre un viaggio immaginario che tocca tutti i paesi dell’America latina con omaggi anche alla Spagna e al paese ospite del progetto: L’Italia. Il tutto è caratterizzato dal sound acusticamente genuino e dalla voce particolare e personale del cantante. Nel repertorio, composto per lo più da brani cantati, si percepisce una cura ricercata per l’originalità degli arrangiamenti vocali ed strumentali. Lo spettacolo è sempre diverso poiché in questo particolare progetto, più che mai, l’energia del pubblico viene adoperata per creare una costante comunicazione, un feedback continuo che va man mano creando momenti di stasi come momenti di grande euforia

 

Presentazione del libro "Respiri"

di Jessica Servidio
Quando 
Domenica, 11 Gennaio 2015
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Artisti 
Jessica Servidio

Domenica 11 Gennaio la Taste Zone vi aspetta con Jessica Servidio che presenterà il suo libro "Respiri". 

"Giulia fluttuava, annegava nel suo dolce mare, assaggiava e riscopriva
la dimensione sospesa di un mondo parallelo, dei sogni che lo
costituiscono. Si ritrovò catapultata su di un prato sconfinato. Il
cielo terso, il verde dell’erba e l’accecante bagliore del sole che
riscaldava la sua pelle, fecero brillare quell’immagine di luce
propria. Solo l’apparizione di un vecchio e stanco salice
all’orizzonte seppe rompere la staticità di quel sogno. Fra le sue
fronde riuscì a scorgere un’ombra, una figura umana. Alta e snella,
non riuscì a dargli un nome. Giulia cominciò ad avanzare: voleva
avvicinarsi, riconoscerla, parlargli per mettere a tacere quella
sensazione di vuoto e solitudine data dall’infinita vastità surreale
di quel luogo. Continuò a camminare, ma ad ogni passo il peso della sua
ansia la bloccava facendola sprofondare. Il verde la stava risucchiando.
Cominciò a correre: l’ombra era diventata la sua unica salvezza.
Vinse la gara. Ora le sembianze erano quelle di un uomo. Era ad un passo
da lui e solo in quel momento si accorse che in tutto quel tempo
quell’uomo non aveva mosso nemmeno un dito, uno solo, per vedere chi
fosse la donna che lo stava raggiungendo a così grande velocità.
All’improvviso si arrestò, come inchiodata dai suoi stessi passi,
entrambi immobili ora. Una folata di vento gli bastò, si voltò. Lo
riconobbe. La sveglia urlò".

Baseball Gregg

Quando 
Domenica, 28 Dicembre 2014
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Artisti 
Baseball Gregg

I Baseball Gregg sono Samuel e Luca.

Il primo arriva dalla città dei Pavement, il secondo è compaesano di Guglielmo Marconi: si incontrano a Bologna e diventano amici.

Sam suona la batteria nei Satan Wriders, a breve si laurea al college e d'estate fa il bagnino; Luca canta negli Absolut Red, studiava per fare il medico ma ora è un impiegato.

Le canzoni prendono forma in una piccola stanza in affitto all'inizio di via Mazzini e vengono registrate in una dozzina di calde sere di tarda primavera all'ultimo piano di un appartamento alla Bolognina.

Sam - dopo un anno trascorso in Italia - ritorna in America a fine maggio: Luca saluta l'aeroplano stringendo nel pugno una cassettina piena di canzoni.

La cassetta dei Baseball Gregg uscirà in contemporanea in Italia (La Barberia Records - Modena) e negli Stati Uniti (Harlot - Brooklyn) il Cassette Store Day 2014, ovvero sabato 27 settembre. 

SOLID FOUNDATION | KAOS ONE & Dj CRAIM

Burnin Melody & Kmaiuscola in collaborazione con Stazione Gauss presentano: live KAOS ONE & Dj CRAIM
Quando 
Sabato, 20 Dicembre 2014
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Artisti 
KAOS ONE
Dj CRAIM

Il legame intrinseco dato tra Stazione Gauss, Burnin Melody e Kappa Maiuscola è nato con l' obiettivo di promuovere una cultura musicale sana e di qualità, all'interno di uno spazio creatosi come zona franca nella città di Pesaro, dove lo scopo principale risiede nel portare alle orecchie del pubblico l'universalità della Black Music intesa come arte, disciplina e vibrazione positiva che influenza pensiero e anima.

Un viaggio che parte dallo Ska al Rocksteady, dal Soul al Funk, passando per Rithym 'n Blues, raggiungendo il Roots Reggae e la Dancehall, l’Hip Hop e le nuove sonorità post 2000.

Solid Foundation è un appuntamento che si svolge ogni terzo Sabato del mese,ispirato da un famoso pezzo dei Congos che urla quanto una tradizione solida e dalle radici profonde sia importante nella società attuale.
Solide fondamenta necessarie per sopravvivere in un mondo dove l'individuo fa la differenza e porta valore aggiunto.

L'ambizioso progetto presenterà serate di alto livello musicale portando un’impronta di ciò' che è la musica nera al pubblico; attraversando panorami locali, nazionali ed internazionali con l’obiettivo di creare un movimento ed un solido gruppo di persone che ama la musica, dando loro un posto e una serata fissa mensile resa ancor più piacevole da un ottimo impianto sonoro e una piacevole location situata proprio a fianco alla stazione di Pesaro. 

Rock'n'Circus

Il circo della musica rock
Quando 
Sabato, 13 Dicembre 2014
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17
Artisti 
Using Bridge
Marco Filippetti
C.I.A.S.

La serata comincerà con il live degli Using Bridge, si proseguirà con il dj set di Marco Filippetti dal Factory Lab e con i C.I.A.S., Collettivo Inshallah Alternative Sound.

Venerdì in Staz1one

Quando 
Venerdì, 12 Dicembre 2014
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone Borsellino, 17

La pulce sul binario

Handmade Christmas market
Quando 
Domenica, 21 Dicembre 2014

Il 21 Dicembre nelle sale del nuovo spazio Stazione Gauss ci sarà il primo appuntamento con "La pulce sul binario", il mercato raduno dell'autoproduzione dove creativi esporranno e venderanno i propri prodotti. La pulce sul binario accoglierà non solo appassionati di artigianato, ma chiunque desideri esplorare nuove espressioni creative realizzate da designer emergenti , sarà  un luogo dove stringere nuove amicizie, confrontarsi con diverse realtà e creare nuovi canali. Oltre agli spazi allestiti per gli stands, troverete un'area interamente dedicata ai bambini, dove sarà divertente intrattenersi con laboratori organizzati per progettare e costruire semplici manufatti dal sapore natalizio. Dalle ore 12 sarà possibile prenotarsi per il brunch e durante tutto il pomeriggio potrete gustare cibo e bevande per una domenica all'insegna dello svago e della consapevolezza del km0.

MaKeRs presenti :   Un metro per Un metro | WooLaLa |  ZoOm Accessori | A casa di Alice | MoLo |  InCubo alla BaLena |  UinSor | FraBi | Kei Kei StuDio | CeLestiNo e le APi | Silvia'S ThinK | FonDerie Bici | Alisanna | All Those lovely Things | InediTarT | TropiCàLia | BRA RENZ | UmpO | TaTa Drama | Hanafuda Accessori Moda | Mon chat s'appelle CiRo | Papua

Paolo Paggi

Dialoghi sull'Autorità
Dove 
Stazione Gauss | Piazzale Falcone e Borsellino, 17
Data Mostra 
dal 9 Gennaio, 2015 al 1 Febbraio, 2015

 

Par ch'egli sia una grande autorità; accordatevi con lui e offritegli dell'oro: benché l'autorità sia riluttante come l'orso, spesso si fa condurre per il naso con l'oro. Mostrate il didentro della vostra borsa al di fuori della sua mano e non ci si pensi più.

William Shakespeare, Il racconto d’Inverno, Act IV, scene 4, line 826.

L’esposizione presenta un' installazione performativa composta di 24 illustrazioni di fatti storici e fittizi sul tema dell’autorità. Ai visitatori che desiderano partecipare, sarà data della carta e una penna. Ogni illustrazione ha sul retro un foglio di carta carbone che permetterà al pubblico di copiare, ricalcando sull’originale, i disegni in esposizione e portarsi a casa la copia o le copie.

L’opera nasce in seguito ai recenti fatti di cronaca di Ferguson, dove un agente di polizia ha ucciso un ragazzo afro-americano disarmato.

Ma la questione è ancora più complessa e la globalizzazione non semplifica le cose: non solo vediamo solo quello che ci vogliono mostrare, ma la forza delle immagini reiterate è tale da poterci indurre a considerare i messaggi che ci vengono imposti come la storia stessa, la pura e semplice realtà. Non ci sono più eventi al di fuori di quelli mediatizzati […] L'effetto perverso dei media, indipendentemente dalla qualità e dalle intenzioni di chi li dirige, sta nel fatto che ci insegnano a riconoscere, ovvero a credere di conoscere e non a conoscere o ad apprendere.

Marc Augè, che fine ha fatto il futuro? Dai non luoghi al non tempo, editore Elèuthera, pag. 39.

Nel mondo Globale governato dal consumismo i mass media (le televisioni, i social network, le testate giornalistiche, i blog, ecc.) definiscono la realtà che ci circonda. Tentare di riconoscere la verità, in quello che ci è mostrato, è un compito impossibile, ma necessario, proprio in questo momento di fragilità identitaria, dove il futuro tecnologico avanza più velocemente di quanto il presente possa assimilare, dove il passato sembra sbiadito tra molteplici letture e riletture. Ora più che mai è necessario non arrendersi all’autorità globalizzante, ma mettere in discussione con criticità il mondo mediatico.

Prima di tutto c’è l’abitudine che è essenziale alla continuità dell’obbedienza: gli uomini obbediscono perché hanno sempre obbedito […] Ma il più efficace dei controlli si esercita sulla coscienza degli individui: è il controllo della mente del suddito, la propaganda e il condizionamento mentale, che ottengono molto di più delle sanzioni e della repressione poliziesca. Non mancano addirittura forme di identificazione psicologica con il governante e il sistema o di indifferenza politica che portano ad obbedire agli ordini, regolamenti e leggi senza mai mettere in discussione l’autorità da cui provengono. Tra i più acquiescenti e rispettosi del Potere, al quale non sanno mai disobbedire o resistere, ci sono quelli che mancano di fiducia in se stessi. Costoro, non avendo una volontà propria ed un patrimonio di certezze che permetta loro di prendere coscienza dei propri diritti e possibilità, tendono ad evitare le responsabilità, a delegarle a chi sta più in alto nella gerarchia sociale. 

Gene Sharp, Politica dell’azione non violenta - Volume I, edizioni gruppo abele, pag.27

Dialoghi sull'autorità è una riflessione sul potere mediatico dell’immagine. L’opera pone il pubblico partecipante di fronte ad una scelta etica, se obbedire fedelmente all’artista e copiare senza obiezioni o disobbedire. Alla fine del periodo espositivo, le stratificazioni delle scelte attuate dal pubblico sugli originali produrranno 24 lavori che non sono più opera dell’artista, ma di una collettività che ha scelto di dialogare con l’autorità.

E se nel filosofare più alla peripatetica che alla platonica opinione mi sono accostato, ho seguita per duce non tanto l'autorità quanto la ragione, con la scorta della quale se pur errar si può, meglio è l'errare che guidato dall'autorità andare a dritto camino.

Torquato Tasso, Discorso della virtù feminile e donnesca, edizione elettronica del 17/10/2001, pag.6

 

L'esposizione è accompagnata da tre serate, ogni mercoledì sera dalle 21, dove si terrà una visita guidata all’esposizione e verranno presentate delle letture sull'argomento, dopo le quali ci sarà uno scambio di commenti e opinioni. Per partecipare alle serate (14/21/28 gennaio 2015) si chiede la prenotazione tramite mail (arte@stazionegauss.it): i posti disponibili per ogni serata saranno 10.

Nome Artista 
Paolo Paggi
Bio Artista 

Paolo Paggi (1986) - Si laurea nel 2009 in arti visive all’Accademia di belle arti di Carrara. Durante lo stesso anno si trasferisce per un breve periodo a Lisbona dove si avvicina alle pratiche curatoriali e alle performance. Nel 2010 partecipa come ospite all’apertura del progetto Irukandji. Nel 2011 partecipa come giovane curatore a SACS Milano, successivamente alla residenza per curatori della Dena Foundation for Contemporary Art a Parigi e parallelamente collabora con l’associazione FARE. Nel 2012 ottiene la laurea specialistica in Comunicazione ed Organizzazione per l’Arte Contemporanea all’Accademia di belle arti di Brera, pochi mesi dopo inizia la sua collaborazione con Giacomo Cardoni, sotto lo pseudonimo di Fratelli Mangiagrigio, lo stesso anno organizza e cura “Mitologie Urbane” progetto di residenza artistica alla Fondazione Centro Arti Visive Pescheria, all’interno del Festival Perepepè. Tra il 2013 e il 2014 fonda con tre artisti 4bid Gallery ad Amsterdam. A Novembre 2014 termina le collaborazioni con Giacomo Cardoni e 4bid Gallery, iniziando una nuova collaborazione con Masako Matsushita come namanamafreeze.

Day365 | Staz1one Gauss

Party di capodanno
Quando 
Mercoledì, 31 Dicembre 2014
Dove 
Staz1one Gauss | Piazzale Falcone e Borsellino 17
Artisti 
Dyno
Lenny

Staz1one Gauss presenta Day 365, il party di capodanno.

Oltre agli ospiti musicali saranno presenti spettacoli dal vivo acrobatici.

Pages